«

»

Mag 07

SISTRI- pubblicato il decreto che esclude i piccoli produttori di rifiuti pericolosi

Dal primo maggio 2014 è ufficialmente entrato in vigore il decreto contenente semplificazioni per l’applicazione del SISTRI.

La novità principale riguarda l’esclusione dal sistema di tracciabilità per i produttori di rifiuti speciali  pericolosi con meno di dieci dipendenti.

La CNA ha espresso grande soddisfazione per l’esclusione delle piccole imprese dal Sistri, a lungo richiesta dall’associazione e ora finalmente ottenuta. Il decreto firmato dal Ministro Galletti cancella l’assurda equiparazione dei rifiuti di un piccolo artigiano con quelli di un’impresa di grandi dimensioni.

Le altre disposizioni contenute nel decreto, però, non rappresentano in alcun modo semplificazioni significative, né consentono il superamento delle inefficienze del sistema; viene peraltro previsto il rinvio ad un successivo decreto per la definizione delle modifiche da apportare al SISTRI, come stabilito dal comma 8 del DL 101/2013, da emanare entro il 3 settembre 2014.

Rimangono al momento valide, dunque, tutte le criticità sull’utilizzo del SISTRI per i soggetti ancora obbligati, soprattutto con riferimento ai trasportatori. Per tali ragioni, come R.ETE. Imprese Italia abbiamo già ribadito la necessità di proseguire un’azione complessiva di superamento del SISTRI e la condivisione di un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti semplice ed efficiente.